OpenShot 2 a 60fps…si può fare!! (lo sfogo)

Software/Video editing


Rieccomi a parlare di software per il video editing per Linux. Vi risparmio l’elenco dei programmi disponibili, le valutazioni su quale sia il migliore o il peggiore, se ne è già parlato a lungo in altre sedi, mi limito ad OpenShot, l’unico che abbia per adesso imparato più o meno ad usare.

Quella di OpenShot è una questione che porto avanti ormai da anni. La versione 1.4 non mi ha mai dato problemi che sono subito giunti dopo la lunga gestazione ed il parto della incensata 2.0, tanto da indurmi a proporre un metodo per il downgrade su Arch Linux.

Nonostante tutti i miei sforzi ho dovuto dare un taglio al passato causa un per me insormontabile problema (Qt) che mi impediva di importare o inserire nuovi titoli al progetto.

I miglioramenti:
Tornato alla nuova versione ho notato con piacere un miglioramento nella stabilità, la quantità dei crash è adesso minima (consiglio comunque salvataggi a manetta); ho apprezzato molto il reinserimento del tasto cut (forbicione), col cursore l’operazione era davvero macchinosa, cosi come i menu contestuali sulle clip per la dissolvenza la rotazione e il volume (presenti anche nella 1.4).
Continua a non piacermi invece la tabella proprietà a sinistra, molte cose non mi sono chiare (dovrei leggere la guida) ma la gestione proprietà della 1.4 mi pareva più chiara. Questa versione inoltre ha molte funzioni utilissime in particolare quelle legate allo spostamento e al ridimensionamento delle tracce notevolmente migliorato. Molto utile anche la visualizzazione della forma d’onda per l’audio.

La famigerata questione dei 60 fps:

Ultimamente per evitare fastidiosi lag del cursore registro i miei screencast a 60fps e, mentre la vecchia versione digeriva tutto, con questa non c’era verso. Da svariati mesi provavo tutte le combinazioni possibili di codec e framerate ed il risultato era sempre lo stesso: audio che spariva random, video che diventava nero in punti imprecisati e dimensioni ridotte dei file esportati.

Il problema affliggeva soltanto i 60fps, abbassando il framerate a 25/30 tutto funzionava a dovere indipendentemente dalla risoluzione o dal codec utilizzato.

I file di progetto non sono compatibili e per gli ultimi screencast mi vedevo costretto a utilizzare la 1.4 su un HP Stream con Mint con risultati peraltro ottimi.

In questi giorni ero alle strette, non avendo a disposizione il piccolo HP mi sono ricordato solo all’ultimo del problema. Tanta è la frustrazione quando si passa molto tempo a registrare, montare e adattare ma il software non ne vuol sapere di sputar fuori nulla di umano.

Mi sono buttato a capofitto su Google a cercare soluzioni al mio problema, o risposte ai miei post e bug aperti sul caso.
Tanti i casi dei famosi crash random e file corrotti ma nessuna risposta concreta a parte un tizio che aveva trovato un nesso tra le dissolvenze e i bizzarri video generati.

Quando mi stavo rassegnando a pubblicare a 25fps ho rimosso dall’ennesimo .osp di prova prima alcune (senza successo) e poi tutte le dissolvenze. Senza dissolvenze il file era generato correttamente..ed ecco trovato l’inghippo.

Mentre io stavo a perdermi alla ricerca di versioni assurde e super aggiornate di ffmpeg la colpa era del fade. Naturalmente il video senza dissolvenze era una discreta ciofeca..dovevo trovare la soluzione.

Dopo una notte insonne ed una pausa pranzo al PC mi balza l’occhio su di un piccolo tasto viola “Seleziona profilo”:

Dopo aver selezionato 1080 60fps le dissolvenze si sono spostate a caso dove volevano loro!! 😯 Osservando meglio il tutto e facendo partire l’anteprima quello che vedevo era esattamente il video impazzito che ottenevo come output!!

💡 Vuoi vedere che…. Ho cercato di risistemare tutto e incredibilmente per la prima volta è uscito quello che mi aspettavo.

Il profilo del progetto in teoria dovrebbe influire solo sulla risoluzione della finestra di anteprima (tantochè a 60fps risulta praticamente bloccata, motivo per il quale il mio ultimo video non è venuto come volevo).

Sono in parte soddisfatto e in parte no. Iniziando un nuovo progetto a 60fps non dovrei aver problemi nell’esportazione ma se il mio Core i7 6700/Nvidia GTX1060 non riesce a visualizzare una anteprima decente non posso applicare dissolvenze ed effetti nei posti giusti, il file generato risulta inoltre molto più grande del solito.

Vedrò di segnalare la cosa sperando che presto si arrivi ad una soluzione (visto che di versione in versione si sbandierano centinaia di bug risolti).

Che dire…inizio a sentire più mio OpenShot 2.0..forse ce la si può fare a non imparare ad usare KDENLIVE.